Vieni a scoprire la Danza Africana a Roma Prenota subito una lezione di prova Gratuita!


  • 3 Maestri di Danza Africna
  • 4 Sale Dedicate a Roma
  • Muica Etnica e Percussionisti Dal Vivo  


Cos'è la Danza Africana?

La danza africana rappresenta un meraviglioso cammino per tornare ad abitare nel nostro corpo. 

Quel corpo che nella moderna società occidentale l'uomo tende a dimenticare, ignorando le possibilità che possono offrirgli spalle, schiena, anche, ginocchia, caviglie...  

La danza africana ci aiuta a ritrovare la vitalità e l'allegria racchiuse in questa espressione culturale, a tornare a sentire il contatto con il suolo, a sviluppare la nostra coscienza ritmica, trasmettendo al contempo anche le emozioni dell'incontro con culture di luoghi come l'Africa e il Brasile.

Guarda il Video

Prenota la Tua Lezione Gratuita:

In Evidenza:

  • GIOVEDI h 20.15 - 21.45 con BARBARA MOUSY  
  • Danza africana livello unico  
  • Istituto Pio IX, via S.Prisca, 8 - zona Circo Massimo

 


  •   LUNEDI h 19.45 - 21.15 con MBEBA GUEYE -
  •  Novità 2017 Danza mbalax- balli di gruppo senegalesi  
  • Valery School Dance, via del Grano, 28C Roma - Metro C #Alessandrino
  •  MERCOLEDI h 19.45 - 21.15 con ISMAILA KANTE  
  • Danza africana livello unico  
  • Ass.cult. Villa Carpegna, viale di Valle Aurelia,129 Roma Metro A #Valle Aurelia 

I nostri Insegnanti di Danza Africana:

Ismaila Kante

Barbara Mousy

Mbeba Gueye

Cosa pensa chi ha già partecipato ai corsi:

Maggiori Informazioni sulla danza Africana:

In Africa la danza fa parte della vita quotidiana e coinvolge tutti, dai bambini agli anziani. La danza africana può essere praticata a tutte le età e livelli di scioltezza del corpo. 

Ciò che occorre è entrare in contatto con il proprio corpo, la propria grazia ed espressività, che in ognuno di noi sono uniche e personali. Declassata per molto tempo come "danza tribale", la danza africana sta via via diffondendosi anche in Italia, grazie all'arrivo di artisti africani in grado di mostrarne l'alto livello e ad appassionati italiani che da anni si recano in Africa e all'estero promuovendo la sua ricchezza e il suo valore. La danza africana può essere praticata a tutte le età e a tutti i livelli di scioltezza del corpo. Per accennare i primi passi non è necessario essere longilinei, né particolarmente allenati o giovani.  

Per chi è nato in Europa, la danza africana può essere un piacevole cammino per ritornare ad abitare nel proprio corpo ed entrare in sintonia con il ritmo, e quindi anche con il ritmo degli altri e con quello dell'universo. 

Durante il corso si lavora sulla relazione con il proprio corpo, concentrandosi su elementi fondamentali della danza africana: il contatto dei piedi con la terra, che è alla base di questa disciplina; la funzione della colonna vertebrale, asse del corpo governata dalla circolazione dell’energia e la cui mobilità determina la capacità espressiva del ballerino; la scioltezza dello sterno, parte del corpo in cui si concentra l’energia emozionale che permette l’apertura alle emozioni; infine la scioltezza del bacino, centro vitale della libido e quindi sede principale della vitalità del corpo umano.  

Lasciandosi andare al ritmo delle percussioni dal vivo, si scopre la magica energia dei tamburi e lo stretto dialogo tra ballerino e musicista: le percussioni sono infatti elemento fondamentale delle lezioni di danza.

Ogni lezione è accompagnata dal vivo da due o più percussionisti che eseguono i ritmi fondamentali di ogni danza nella loro completezza grazie all’uso non solo del djembe (strumento solista), ma anche del doun-doun (strumento di base) e del sabar (per le danze senegalesi), per favorire lo sviluppo della coscienza ritmica ed un dialogo fra corpo e musica che permetta di percepire anche il valore energetico delle percussioni.  

Si studierà l’armonia con la musica, essenziale per la comprensione delle danze di diverse provenienze dell’Africa, e in particolare saranno proposti passi e ritmi di base di aree culturali fondamentali: il Senegal, il Benin, la Guinea e il Congo, imparando a distinguerne le peculiarità.